Timbro botanico I

Questo timbro fa parte di una collezione di sei pezzi ispiratasi ai tipici disegni usati per la realizzazione dei ricami tradizionali russi.
I timbri sono realizzati esclusivamente a mano intagliando la gomma con sgorbie di diverse dimensioni.

Il timbro che acquisterai, non ha un supporto in legno ed è realizzato in gomma lavabile con acqua e sapone oppure usando una salvietta umidificata.
Può stampare sia sopra la carta che sopra i tessuti, utilizzando ovviamente gli inchiostri più adatti. Eventuali tracce di inchiostro possono trovarsi sulla superficie poiché il timbro deve essere stampato per vederne il risultato. Riceverai anche un cartoncino con la stampa finale.

Misure: 5,2X9,8cm

Spedizioni: Le spese di spedizione verranno calcolate nella fase di acquisto. Noi siamo i portavoce di una community di artigiani, per questo ogni oggetto viene spedito direttamente dalla persona che lo ha prodotto. Le tempistiche di consegna rispetteranno il ritmo di chi ha lavorato a questo progetto con cura.

25,00  Euro

1 disponibili

Scopri chi ha prodotto questo oggetto

Elena Fodera è la fondatrice di Ikoì Arte, un progetto dedicato alle stampe d’arte botanica.
Ikoì nasce dalla commistione tra l’amore per la natura, l’arte incisoria e gli inchiostri.
Attraverso l’uso di antiche tecniche di stampa, alcune quasi dimenticate, Elena trasforma la natura in pezzi unici, con l’intento di esplorare gli elementi e veicolare nuove emozioni.
Formatasi presso la Nuova Accademia di Belle Arti di Milano e specializzata in stampa a colori presso la fondazione “Il Bisonte” di Firenze, Elena incide matrici in legno, zinco, rame e gomma, che vengono successivamente inchiostrate e stampate a mano o attraverso l’utilizzo di un torchio calcografico.
Tra le tecniche di stampa utilizzate, quella di più antica memoria prevede l’utilizzo di foglie vere come matrici per la stampa.
Questo procedimento, citato anche da Leonardo Da Vinci nel Codice Atlantico come il migliore per riprodurre gli elementi naturali, è stato anche utilizzato fino alla fine dell’800 per la realizzazione degli erbari e viene oggi riproposto da Ikoì per la realizzazione delle sue creazioni, utilizzando solo inchiostri e strumenti no-toxic, al fine di garantire un processo sostenibile e rispettoso.